Installare Ubuntu 15.10 Gnome su Dell XPS 13″ (9350)

Scrivo questo articolo per riepilogare le varie attività che ho seguito per avere un’installazione stabile (almeno fino ad ora 😀 ) di Ubuntu 15.10 nella derivata Gnome.

Premessa

Se non l’avete già fatto leggete il mio articolo sulle linee guida generali per installare Linux su questo portatile perché, ad oggi, la situazione non è semplice purtroppo.

La mia versione del Bios è la 1.1.7 e le modifiche applicate sono:

fastboot a Thorough oppure ad Auto
secure boot
disabled
sata raid a AHCI

dell xps 9350

Ubuntu 15.10 Gnome

Questa distribuzione nasce con il kernel 4.2 per cui nessun supporto nativo di Skylake e scheda wireless Broadcom (a tal proposito leggete il punto precedente, io personalmente l’ho sostituita con una Intel).

Quello che ho fatto quindi è stato sostituire il kernel con la più recente e stabile 4.3.3 che ha per l’appunto il supporto per Skylake (ma non per la scheda Broadcom, che arriverà con il 4.4 oppure con kernel 4.3 patchati a mano).

Installazione

Dopo aver creato la chiavetta usb con dd della iso di Ubuntu ho notato subito grossi problemi di stabilità sia nella Live che nell’installer: una serie infinita di freeze, crash vari in fasi assolutamente random (alcune volte legate al partizionamento della SSD NVMe, altre in fase di download dei pacchetti… insomma, un’agonia).
Questa situazione poco incoraggiante non è comune: molte altre persone hanno installato senza problemi questa distribuzione, ma se c’è una cosa che ho imparato in queste settimane con questo XPS è che i problemi, a parità di hardware, non sono sempre coerenti e costanti.

Ho quindi aggiunto in Grub il seguente parametro al kernel per l’installer: nomodeset.
Cito da askubuntu l’utilità di questo parametro:

nomodeset

The newest kernels have moved the video mode setting into the kernel. So all the programming of the hardware specific clock rates and registers on the video card happen in the kernel rather than in the X driver when the X server starts.. This makes it possible to have high resolution nice looking splash (boot) screens and flicker free transitions from boot splash to login screen. Unfortunately, on some cards this doesnt work properly and you end up with a black screen. Adding the nomodeset parameter instructs the kernel to not load video drivers and use BIOS modes instead until X is loaded.

Per farlo è sufficiente eseguire il boot della chiavetta usb di Ubuntu (premete F12 alla visualizzazione del logo DELL), alla comparsa delle voci di Ubuntu posizionatevi su “Install Ubuntu”, premete “e” e dopo la stringa “quiet splash” aggiungete “nomodeset”:

“…. quiet splash nomodeset”

Fatto questo premete “F10” per eseguire il boot.

Se tutto va bene terminerete l’installazione senza problemi. Riavviate e fate il primo boot di Ubuntu.

Nota: personalmente non ho proceduto con gli aggiornamenti del sistema operativo, ho preferito aggiornare prima il kernel.

Installare il kernel 4.3.3

Il kernel 4.3.3 porta con sé una serie di migliorie e soprattutto il pieno supporto a Skylake, architettura che viene utilizzata nel nostro XPS. Con il kernel 4.2 potete sempre utilizzare il parametro del kernel “i915.preliminary_hw_support=1” ma come dice la voce stessa si tratta di una funzionalità preliminare e non stabile (come sempre troverete altrettanti utenti che la utilizzano senza problemi).

Grazie alla linux-mainline potremo evitare di doverci compilare a mano il kernel, sarà sufficiente scaricarsi i pacchetti .deb e installarli con un semplice dpkg.

// posizionatevi in una cartella vuota
mkdir -p $HOME/Scaricati/kernel-4.3.3
cd $HOME/Scaricati/kernel-4.3.3

// scaricate i pacchetti deb del kernel
wget \
kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v4.3.3-wily/linux-headers-4.3.3-040303_4.3.3-040303.201512150130_all.deb \
kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v4.3.3-wily/linux-headers-4.3.3-040303-generic_4.3.3-040303.201512150130_i386.deb \
kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v4.3.3-wily/linux-image-4.3.3-040303-generic_4.3.3-040303.201512150130_i386.deb

// installate il nuovo kernel
sudo dpkg -i *.deb

Terminata questa procedura potete riavviare, Grub selezionerà in automatico il kernel più recente, ovvero il 4.3.3.

Ottimizzazioni post-installazione

Una volta che abbiamo ottenuto il nostro sistema stabile potete procedere con gli aggiornamenti del sistema operativo che vi proporrà Ubuntu:

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

Se necessario riavviate e una volta in Ubuntu potreste notare dei timeout nel modulo i2c_hid che potrebbe portare anche a dei freeze del sistema. Come indicato nel mio precedente articolo:

// alla fine del file /etc/modprobe.d/blacklist.conf aggiungete questa riga
blacklist i2c_hid

sudo depmod -a
sudo update-initramfs -u

Riavviate e una volta completato possiamo applicare due piccole modifiche per ottimizzare la nostra SSD:

// nel file /etc/fstab aggiungete questi parametri alla partizione di root [fonte]
nodiratime, noatime

// nel mio caso diventa quindi:
UUID=36a203fa-90a3-4c9f-bc68-78f8cbe80fbd / ext4 errors=remount-ro,nodiratime,noatime

Un’altra modifica è la seguente:

// alla fine del file /etc/sysctl.conf aggiungete: [fonte]
vm.swappiness=1

Finito anche questo passaggio dovremmo aver ottenuto un sistema stabile e performante.

Monitorando i consumi con powerstat noto un consumo medio che si aggira sui 4W in idle. Considerando che non ho configurato ancora TLP mi ritengo molto soddisfatto. :)

consumi1510gnome

friimaind

Mi chiamo Massimiliano e sono uno sviluppatore web. Ho aperto questo blog principalmente come agenda dove tenere traccia di tutte le mie passioni :)

2 thoughts on “Installare Ubuntu 15.10 Gnome su Dell XPS 13″ (9350)

  1. ciao,
    anche io ho da poco preso questa bestilina xps13 9350.
    Volevo chiederti dei consigli perchè gli ho messo su una Debian stretch, ma volevo ottimizzarla e ho notato che la durata della batteria non è un granchè.
    Conosci qualche pacchetto da poterci istallare, non ho attualmente il touch :(
    Che autonomia resci ad avere?
    Grazie

  2. Ciao!
    Intanto scusami per il ritardo, con il cambio server mi ero perso le notifiche dei nuovi commenti :)
    L’autonomia con Ubuntu 16.04 è ottima, mediamente ho un consumo di poco meno 4W in idle e raggiungo tranquillamente le 6h di utilizzo normale (wifi, navigazione, retroilluminazione al 40%).
    Ti consiglio vivamente powertop per analizzare i consumi in real time e tlp per migliorare i consumi.

    Fammi sapere se hai bisogno di aiuto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *