Dell XPS 13″ (9350) e Linux

Era arrivato il momento di mandare in pensione il mio Asus X550LD per far spazio ad un portatile con maggiore autonomia e maggiore portabilità, la scelta è ricaduta sul nuovo Dell XPS 13″ 256GB FHD (codice modello 9350).

DELL XPS 13" 9350

Scrivo questo post non tanto per fare una recensione di questo ottimo portatile ma per segnare una serie di appunti per chi, come me, desidera sostituire Windows con una qualsiasi distribuzione Linux. Non voglio creare allarmismi ma dovete sapere che non sarà semplice e ad oggi (Dicembre 2015) non esiste alcuna distribuzione che funzionerà “out of the box” quindi dovrete armarvi di pazienza e soprattutto dovrete conoscere bene il mondo Linux.

Prima di tutto questi appunti si riferiscono al modello in mio possesso, ovvero:
– XPS 9350 (conosciuto come “Late 2015” oppure “2016”)
– 13 pollici FHD (Full HD, modello non touch per intenderci)
– 256GB SSD NVMe
– Ultima versione del bios (1.1.7)

Dell vende questo notebook anche nella versione “Developer edition” che esce nativamente con Ubuntu 14.04 LTS ma attualmente in italia non è disponibile. Ad ogni modo sappiate che non cambia nulla rispetto alla versione standard se non la risoluzione di una delle problematiche più serie che dovrete affrontare: la scheda wireless Broadcom.

Nota: tutte le indicazioni da qui in avanti sono per chi desidera sostituire totalmente Windows con Linux, in rete troverete guide ad hoc per eseguire un dual boot.

L’SSD NVMe e modifiche basilari

Se volete vedere l’SSD in fase di installazione dovrete per forza accedere al Bios e impostare il RAID a AHCI, diversamente non potrete utilizzare Linux con questo notebook.

Questo problema non si pone per chi ha l’SSD 128GB che non utilizza l’architettura NVMe.

Altra cosa che dovrete nel bios è impostare il fastboot a Thorough oppure ad Auto.

La scheda wireless Broadcom

La scheda wifi nativa di questo XPS è una pessima Broadcom che non è supportata dai kernel linux < 4.4.
Premesso che il kernel 4.4 è ancora in fase di release candidate avete varie strade:

Sostituire la scheda
Se avete un minimo di dimestichezza è la strada più semplice: aprite il vostro XPS, smontate la scheda Broadcom e montate l’Intel 7265 (35€ su Amazon) che oltre ad avere un supporto nativo ha una qualità sensibilmente maggiore (portata e stabilità del segnale in primis).
Questa è la strada che ho scelto dopo aver provato tutte quelle che vi illustrerò più avanti.

Potete seguire la guida di iFixit del modello precedente, è praticamente identico. Ho telefonato all’assistenza Dell che mi ha confermato che non invaliderete la garanzia (a patto chiaramente di non rompere nulla :P).

Se avete cambiato la scheda con una Intel, purtroppo, non è finita qui (andate al prossimo capitolo).

Usare il kernel 4.4 nella vostra distribuzione preferita
Per prima cosa dovrete scegliere una distribuzione che si presti allo scopo e, in base al vostro skill su Linux, procedere con l’installazione di pacchetti precompilati oppure compilarveli a mano (preparatevi a parecchie ore di attesa).

Su Ubuntu potete sfruttare i pacchetti precompilati pronti all’uso: http://kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v4.3-wily/ e scaricare i pacchetti

  • linux-headers-4.4.0-xxx_all.deb
  • linux-headers-4.4.0-xxx-generic_xxx_i386/amd64.deb
  • linux-image-4.4.0-xxx-generic_xxx_i386/amd64.deb

e installarli tutti con un “sudo dpkg -i nomepacchetti”.
Nota: attualmente siamo arrivati alla RC6, scegliete l’ultima disponibile per avere gli ultimi fix.

Dovrete chiaramente sapere se il kernel non è stabile ed è in continuo sviluppo (mediamente ogni settimana esce una RC nuova) quindi potrete sicuramente incontrare problemi di vario genere (freeze, crash…).

Personalmente non ho avuto un grande successo con questo kernel (sia precompilato che compilato a mano su Ubuntu 15.10 e su Arch) ma molti altri utenti potranno dirvi il contrario. Se potete, provatelo.

Usare il kernel 4.3 patchato nella vostra distribuzione preferita
Su Arch Linux, Ubuntu 15.10 e Fedora 23 (e forse altre distro) potrete trovare il pacchetto precompilato e patchato del kernel 4.3 stable con il supporto per la scheda Broadcom. Onestamente penso che, dopo la sostituzione della scheda Broadcom, sia la soluzione migliore perché avrete un kernel stabile ma con il supporto della scheda che verrà rilasciato solo con il 4.4.

Queste le risorse che ho utilizzato:

Ubuntu 15.10 Kernel 4.3 patchato per la scheda wifi Broadcom

Fedora 23 Kernel 4.3 patchato per la scheda wifi Broadcom (ora da un 404)

Arch Linux Kernel 4.3 patchato per la scheda wifi Broadcom

Intel Skylake

Risolto il problema della scheda wireless avremo un secondo scoglio: la nuova architettura Skylake.
Il kernel 4.2 non supporta nativamente questa tecnologia per cui potrete avere vari problemi tra cui:

  • lentezza generale del sistema
  • schermate nere al boot
  • freeze e crash in genere

Potrete quindi optare per:

Utilizzare un kernel >= 4.3
Il kernel 4.3 supporta nativamente Intel Skylake.
Su Ubuntu 15.10 sto usando l’ultima release stable 4.3.3 direttamente dalla Linux Mainline che potete trovare qui: http://kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v4.3.3-wily/

Forzare il supporto a Skylake sul kernel 4.2
Il parametro del kernel “i915.preliminary_hw_support=1” abilita il supporto all’architettura Skylake. Ho avuto vari crash e freeze soprattutto in fase di risveglio dallo standby ma molti altri utenti invece lo usano senza problemi.

Il touchpad

Con tutti i kernel in alcuni casi dopo il boot il touchpad non rispondeva e ciò portava a rallentamenti fino al freeze totale del sistema.

Il problema nasce dall’errato caricamento del modulo i2c_hid piuttosto che il i2c_designware.
Per ovviare a questo è necessario mettere in blacklist il modulo i2c_hid (procedura per Ubuntu):

lsmod | grep i2c # controllate quali modulo sta caricando
echo “blacklist i2c_hid” | sudo tee -a /etc/modprobe.d/blacklist.conf
sudo depmod -a
sudo update-initramfs -u

Fatto questo riavviate.

I consumi e l’autonomia del vostro XPS

Con Windows 10 l’autonomia di questo notebook è paurosa: le stime in idle erano di più di 14h.
Questo grazie ai bassi consumi in fase di idle che arrivano a meno di 1W.
Con Linux questo non sarà possibile, avrete dei consumi medi in idle che varieranno da 4.5W a 7W e al momento non potrete farci nulla.

Le cause di questo problema sono molteplici: l’ultima versione del bios (1.1.7) ha risolto il problema dei consumi solo su Windows (e non per tutti gli utenti). Bisognerà attendere.

Anche con questi consumi comunque le vostre 7h o 8h di navigazione wifi le farete tranquillamente.

Per concludere

L’XPS è un notebook eccezionale: qualità costruttiva altissima, hardware di primo livello, schermo IPS stupendo ma se volete utilizzarlo con Linux dovrete prepararvi ad una serie di ore per risolvere i numerosi problemi che incontrerete. I problemi non saranno mai gli stessi degli altri utenti, alcuni vi diranno che con il kernel 4.4 non hanno mai un freeze, altri invece (come me) che i freeze accadono ogni 15minuti. Dovrete sapere dove cercare le informazioni per debuggare ogni problema (log di sistema, forums…).

L’alternativa per chi non è pronto a questa avventura (che vi garantisco vi farà imparare un’infinita di cose su Linux :D) è quella di attendere i primi mesi del 2016 quando il kernel 4.4 diventerà stable e comincerà ad essere integrato nelle prime distro linux (ad esempio Xenial Ubuntu 16.04).

Chiaramente c’è sempre la possibilità di utilizzare Windows 10, sistema operativo con il quale la Dell vende questo notebook, ma non era una strada che personalmente volevo intraprendere :)

Risorse utili

Di seguito una serie di link che mi hanno aiutato:

Scheda del 9350 di Arch Linux – fondamentale, troverete lo stato dell’arte di Linux

Installing Linux Ubuntu/Xubuntu 15.10 on Dell XPS 9350 Skylake & Optimizations

Dell XPS 13 (9350) Compatibility

Thread sul forum Dell – Dell XPS 13 9350 (November 2015) Install Ubuntu 15.10

Installing Arch Linux on a Dell XPS 13 (9350)

Ottimizzazioni per schermi HiDPI

Ottimizzare i consumi su Linux

friimaind

Mi chiamo Massimiliano e sono uno sviluppatore web. Ho aperto questo blog principalmente come agenda dove tenere traccia di tutte le mie passioni :)

17 thoughts on “Dell XPS 13″ (9350) e Linux

  1. ciao, grazie per la guida che hai scritto, davvero utilissima.
    Ho anche io un dell xps13 9350 i5 256Gb e anche io uso Ubuntu come OS.
    Ora come ora giro con la 15.10 kernel 4.3 patchata per la scheda WiFi, la mia situazione è abbastanza stabile, non ci sono freeze, disconnessioni, ho notato due problemi:
    1) non riesco a far funzionare l’adattatore usb-c ethernet.
    2) la CPU non usa la funzione turbo-boost.
    Volevo chiedere se hai riscontrato anche tu questi problemi, e se hai soluzioni.
    Grazie di tutto e buone feste.

  2. Ciao Francesco,
    sono contento che ti sia stata d’aiuto in qualche modo :)
    Rispondo alle tue domande:
    1) Che tipo di adattatore hai? Io personalmente ho acquistato questo su Amazon e il 90% delle volte funziona (alcune volte non viene rilevato e devo riavviare). Appena lo collego scelgo “Auto ethernet” dal menu a tendina della rete e funziona.
    2) Dai miei test mi risulta funzionare correttamente, ho seguito questa guida e ho notato questa situazione:

    Situazione iniziale

    grep MHz /proc/cpuinfo
    cpu MHz : 1038.750
    cpu MHz : 2191.406
    cpu MHz : 1733.343
    cpu MHz : 986.062

    Situazione post while :; do :; done :

    grep MHz /proc/cpuinfo
    cpu MHz : 2799.937
    cpu MHz : 2699.906
    cpu MHz : 2777.250
    cpu MHz : 2699.906

    Per curiosità per quanto tempo hai utilizzato di continuo il tuo XPS? Io con il 4.3.3 pulito (ho montato la scheda Intel) mi sento di dire di aver raggiunto un prodotto stabile al 90%. La sospensione non funziona sempre perfettamente e il dmesg restituisce ancora alcuni errori (situazione comune a molti altri utenti).

  3. Ciao, grazie ancora per la risposta,
    io ho questo adattatore.
    http://www.amazon.it/adattatore-Ethernet-dispositivi-inclusi-ChromeBook/dp/B013GNXEOG
    e non riesco a farlo andare nemmeno riavviando. ho un (vecchio) usb 3.0 to ethernet che funziona bene, ma volevo tenere le usb 3.0 del pc libere e sfruttare l’hub per ehternet e mouse.
    Quindi per adesso la situazione è ampiamente sostenibile, diciamo che era solo una mia fissa per sfruttare a pieno la nuova usb-c. Aspetterò aggiornamenti del kernel.

    Per quanto riguarda il turbo-boost ho fatto quello che mi suggerisci, ti posto i risultati:
    prima: grep MHz /proc/cpuinfo
    cpu MHz : 2301.000
    cpu MHz : 2301.000
    cpu MHz : 2301.000
    cpu MHz : 2301.000

    dopo while :; do :; done :
    cpu MHz : 2301.000
    cpu MHz : 2301.000
    cpu MHz : 2301.000
    cpu MHz : 2301.000

    come ti ho detto uso il kernel 4.3 con patch per la scheda WiFi e penso che possa essere dovuto a questo.
    In realtà non ho grandi problemi, il laptop è sempre fluido e rapido in ogni situazione sia dalla compilazione fino all’esecuzione di ogni programma che gli richiedo.
    é una cosa che ho controllato perchè nel creare archivi tar.bz2 o di altro tipo mi sembrava un pochino lento (in confronto al mio vecchio pc, ma quello era un 4-core quindi la differenza ci può stare).

    Rispondendo alla tua curiosità, ho il dell da circa 3 settimane e gira con Ubuntu dal minuto dopo l’unboxing. Ci ho messo un pochino ad ottenere una configurazione funzionante, (anche io sono passato dal kernel 4.4 con pochi risultati, con conseguente reinstallazione pulita del sistema). Ora come ora non mi posso lamentare, è appena uscito e soffre di qualche problema di gioventù, ma tutto sommato mi trovo bene.
    A differenza di quello che mi dici tu non ho mai avuto problemi con la sospensione, ho anche io qualche problema con il dmesg, ma penso che sia sempre legato al nuovo hardware.

    Ti aggiungo qualche altra cosa che ho notato, la cuffie riportano un fondo di white-noise che sono sicuro sia dovuto all’ingresso del microfono, ho risolto in maniera molto brutale selezionando uno ad uno gli ingressi audio nella finestra delle impostazioni, passando da Microfono interno a Microfono auricolare e questo risolve momentaneamente il problema.

    Infine ho installato cpufreq in modo che autoscali le frequanze della cpu in base alla alimentazione. lavorando con WiFi sempre connesso, diverse shede web, alternando processi da teminale riesco quasi a coprire una giornata di 8 ore di lavoro, sono davvero impressionato.

    Scusa se mi sono dilungato troppo, ma penso di poter imparare molto e quindi sfutto l’occasione.
    grazie di tutto e buona giornata.
    F.

  4. ciao,
    dopo averti scritto mi è sorto un dubbio e ho controllato una cosa.
    Ho sistemato il problema del turbo-boost.
    Allora la cpu skylake non è ancora supportata in alcun modo da cpufreq, io, impostando la configurazione che di solito utilizzo su Ubuntu, avevo settato intel_pstate=disable nel file di grub. Questa cosa disabilitava il turbo-boost.
    é possibile utilizzare cpufreq, ma con le impostazioni di intel-pstate (la differenza è che sono presenti solo due modi: risparmio e prestazioni invece che i soliti 4), questo risolve il problema e sembra darmi anche qualche ora in più di batteria. WOW!!!
    ciao.
    F.

  5. Ciao Francesco,
    non preoccuparti della lunghezza dei post, anzi! Mi fa molto piacere poter scambiare opinioni su questa impressionante avventura 😀
    Vado per punti:

    – usb-c to ethernet: pensa che era stata la mia prima scelta di acquisto. Poi ho cambiato idea e ho acquistato un altro articolo. Sicuramente è un problema legato al kernel.
    – white noise: è un problema del 4.3, nel 4.4 dicono sia risolto (lo fa pure a me nel 4.3.3, e nel 4.2 invece non lo faceva se non vado errato)
    – ottima dritta sul cpufreq, veramente ottima! Se sei così gentile da riportarmi passo passo le modifiche che hai fatto vorrei aggiungerle all’articolo (ovviamente citandoti :) )
    – che kernel di preciso hai utilizzato? Riesci a indicarmi il link? Perché vedo spesso parlare di drm-intel-nightly ma io onestamente ho utilizzato questo http://kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v4.3.3-wily/
    – Nel bios hai fatto modifiche diverse da quelle che ho riportato nell’articolo?

    Infine ti riporto il commento dell’utente th3ant di Reddit (community dove ho ricavato moltissime informazioni): https://www.reddit.com/r/Dell/comments/3xmvsh/sleep_mode_bug_owith_117_bios_9350/:

    4) Install the firmware package from here: https://01.org/linuxgraphics/downloads/sklgucver43 (extract and run sudo ./install.sh)

    5) Navigate to the file /etc/initramfs-tools/modules and add to the bottom the following:

    nvme
    i915

    6) Run the following command:

    sudo update-initramfs -u

    7) Reboot and enjoy!

    Come vedi indica alcune dritte che potrebbero esserti utili dopo l’installazione del kernel, che ne pensi?

  6. ciao,
    inzio rispondendoti alla domanda del kernel, ora giro con il 4.3.0-wifitest-custom scaricato ed installato seguendo la guida
    https://secretundergroundla.ir/wifi-on-xps-13-9350-with-ubuntu-15-10/
    ho anche la versione del kernel precendente, quella nativa di Ubuntu 15.10, e oggi ho notato che usando una live di 15.04 l’usb-c to ethernet funziona. Se non ricordo male 15.04 monta il kernel 3.19…….quindi ci deve essere una dimenticanza da qualche parte nel nuovo kernel, lo farò presente su forum ufficiale.
    Ovviamente su 15.04 non è possibile installare la versione del kernel che sto usando, rende tutto estremamente instabile.

    Per quanto riguarda il BIOS, in più rispetto alla tua guida ho disattivato il secure boot, ma non penso che sia molto importante.

    Per la configurazione di cpu freq scrivo appena ho un po di tempo.
    intanto ti ringrazio tantissimo per tutti i consigli.
    ciao
    F.

  7. Ciao Francesco,
    benissimo grazie :)

    Ti segnalo che se non l’avessi ancora provato puoi migliorare ulteriormente l’autonomia usando TLP, su Fedora avevo guadagnato circa 0.7W in idle.

  8. ciao,
    grazie per il consiglio, conosco TLP e lo uso sul vecchio portatile, ma su questo dell mi da dei problemi con una porta usb, nello specifico continua a sospenderla e abilitarla continuamente occupando un 20% della cpu con un processo che ora non ricordo. Sicuramente è una cosa che si può fixare facilmente nei paramtri di configurazione di TLP, ma ora come ora non ho voglia di guardarci.

    Per quanto riguarda cpufreq, si integra molto bene con laptop-mode-tools.
    La guida per personalizzare il tutto è nella pagina wiki:
    https://wiki.archlinux.org/index.php/Laptop_Mode_Tools_(Italiano)

    quello di cui parlavo è nella sezione “frequenza della cpu” posto qui sotto un estratto:

    # cpufreq.conf
    # ThinkPad T40/T42/T60 Example
    #
    CONTROL_CPU_FREQUENCY=1
    BATT_CPU_MAXFREQ=fastest
    BATT_CPU_MINFREQ=slowest
    BATT_CPU_GOVERNOR=ondemand
    BATT_CPU_IGNORE_NICE_LOAD=1
    LM_AC_CPU_MAXFREQ=fastest
    LM_AC_CPU_MINFREQ=slowest
    LM_AC_CPU_GOVERNOR=ondemand
    LM_AC_CPU_IGNORE_NICE_LOAD=1
    NOLM_AC_CPU_MAXFREQ=fastest
    NOLM_AC_CPU_MINFREQ=slowest
    NOLM_AC_CPU_GOVERNOR=ondemand
    NOLM_AC_CPU_IGNORE_NICE_LOAD=0
    CONTROL_CPU_THROTTLING=0

    Qui si possono settare i governor relativi alle diverse alimentazioni, io lo trovo abbastanza comodo ed intuitivo.

    Ti chiedo un consiglio, dato che ho installato la versione patchata del kernel, mi posso fidare a fare gli aggiornamenti? Non vorrei scasinare tutto. Ti chiedo se hai sentito qualcuno o letto da qualche parte se qualcuno con una configurazione simile alla mia ha aggioranto senza problemi.
    ciao e grazie.

    F.

  9. Ciao Francesco,
    ti ringrazio molto per le informazioni, a breve le inserirò (se hai un blog o altro dimmi che ti cito). :)

    Per quanto riguarda gli aggiornamenti del sistema non vedo alcun tipo di problema. L’unico fastidio che potresti avere è se Ubuntu ti aggiorna il kernel con una versione più recente della tua (Grub la utilizzerebbe come boot di default in quanto più recente, risolvibile in 5 min modificando il suo conf).

    In questi giorni scriverò un altro articolo perché ieri sono riuscito ad ottenere un sistema stabile con Debian Testing con Gnome che esce nativamente con un kernel 4.3 (quindi supporto Skylake + Intel GPU).
    La cosa che più mi ha impressionato è la differenza di consumi, con powerstat ho una media in idle di 4.5W fissi, e anche in un utilizzo normale (web, terminale) si aggira sui 6W. Rispetto a Unity la situazione è parecchio migliorata.
    Appena acceso, da carico, l’XPS mi segna più di 10h di autonomia, sono molto soddisfatto.
    Ho letto che Unity non è il miglior DE per quanto riguarda i consumi ma sono sicuro che in generale il sistema sia più stabile e ottimizzato (è da stamattina che uso il portatile saltuariamente e sono ancora al 70%).

  10. ciao,
    No, non ho ne blog ne pagine personali.
    Ok appena finisco un lavoro farò gli upgrade poi dirò il risultato.
    Per quanto riguarda l’autonomia io sono davvero soddisfatto ed impressionato, con Ubuntu da appena acceso supero le 12 ore, che non sono ovviamente ore di lavoro, ma ho testato in queste vacanze e non ho problemi a coprire l’intera giornata di lavoro o di svago.
    A me powertop con luminosità al 20% (che per questo pc è più che sufficiente per lavorare al chiuso) e connessioni attive in idle mi da 3.88 W.
    Penso davvero che sia un’ottima macchina e che nella configurazione più performante (i7, 16Gb, 512Gb ssd) possa davvero essere la macchina perfetta (in questo momento), all’inizio ero un po spaventato dalle dimensioni, pensavo fosse troppo piccolo (vengo da un HP envy 15-j022el), ma mi sono ricreduto dopo pochi giorni di utilizzo.
    Non so l’uso con win10, ma con linux è davvero un piacere da usare.
    Ciao
    F.

  11. Ciao Francesco,
    perdonami forse mi ero spiegato male, mi riferivo a questo pacchetto https://01.org/linuxgraphics/downloads/sklgucver43 che sembrava essere legato ai log che avevi postato.

    Ad ogni modo i driver ufficiali Intel non dovrebbero crearti problemi.

    Oltre al pacchetto sklgucver43 ci sarebbe anche il Skylake DMC 1.22 che, secondo le informazioni di Intel:

    It provides capability to save and restore display registers across these low-power states independently from the OS/Kernel.

    Nei miei primissimi test mi ricordo di aver installato questa triade:
    Intel graphic drivers
    sklgucver43
    DMC

    C’è da dire che il 4 Gennaio 2016 è uscito il nuovo pacchetto 2015q4-intel-graphics-stack-release che dovrebbe essere adatto al kernel 4.3. Cito dal sito ufficiale:

    Skylake is out of preliminary hardware support

    Onestamente ho un po’ di timore a provarlo (io ora sono sul 4.3.3), però sembrerebbe interessante…

  12. ciao Massimiliano,
    come va? spero tutto bene.
    E’ uscita la 16.04 LTS e mi chiedevo se avevi fatto qualche test.
    Io ho intenzione di fare una installazione pulita del sistema che sembra supportare nativamente e meglio sia cpu che gpu.
    ti rimando qui nel caso non avessi visto questo blog
    http://blog.jimbasilio.me/2016/04/ubuntu-16-04-release-dell-xps-13-9350/#comment-420
    sembra che si siano anche buone notizie per quanto riguarda l’uscita video dall usb 3.1
    Se hai già fatto prove oppure hai consigli da dare, come sempre mi fa piacere.
    ciao e buona giornata.

  13. Ciao Francesco,
    scusami…mi ero perso le notifiche con il cambio server :(
    Innanzitutto, SI! Sono attualmente sulla 16.04.1 LTS con kernel 4.6.0-997-generic (il 4.4 mi dava difficoltà di flickering su Chromium) e non ho nulla di cui lamentarmi.
    Tra l’altro tutti i vari problemini che mi capitavano all’uscita dallo standby (crash) mi risultano risolti.
    Il touchpad mi funziona decisamente meglio e l’autonomia (ora che tra l’altro è uscito il nuovo bios da Dell) è paragonabile a Win10 (con le dovute distinzioni di driver ovviamente).
    Non ho fatto prove sull’uscita video, ma grazie del link..molto interessante :)
    Te come procede invece?

  14. Ciao, io sono ancora con la 15.10, kernel ancora il “4.3.0-wifitest-custom”…. dato che ultimamente ho parecchie versioni di debug di un codice… (paura a cambiare una situazione stabile).
    Ho avuto qualche complicazione con i driver grafici intel, nel senso che hanno reso inutilizzabile l’app per gestire il monitor; itaque ho in mente di fare una bella installazione pulita aggiornando anche il bios (grazie per la dritta).
    Non mi ero ancora mosso perchè provando la live della 16.04 lts notavo del flickering in apparenza random, (poi ho letto da qualche parte che è legato al bluetooh, bho), ma sono felice di sentire che con il kernel 4.6.0-997-generic hai risolto. Ora nutro speranze.
    Ti farò sapere. Se hai dritte o consigli ti ringrazio in anticipo.
    Buona giornata.

  15. Ciao Francesco,
    vedrai che la 16.04 non ti deluderà, io adesso sono passato da qualche giorno al kernel 4.7 e sono molto soddisfatto.
    Su reddit ho letto che dovrebbe aver risolto anche i problemi legati al touchpad (anche se io onestamente non ho mai tentato di abilitare il palm detection).
    Per ora nessun flickering su chrome, nessun messaggio strano nel boot.. Insomma direi che è stabile :)

  16. Ciao Massimiliano,
    per ora sono su 16.04 con kernel 4.6, “tutto molto beello” (come diceva Pizzul) apparte il flickering su chrome, poco male, uso firefox.
    Ho notato una migliore gestione delle energie e installando tlp a fianco di cpufreq ottengo ottim risultati:
    con il 40% del display, wifi on e il risparmio energetico attivo sulla cpu (in idle) powertop mi dice
    The battery reports a discharge rate of: 3.74 W (che porta a qualcosa come 14 ore di batteria)!!!!!!
    Più realisticamente, scrivendo qualcosa in latex, ascoltando musica su youtube e con una 30ina di finestre aperte quà e la sono riuscito a fare quasi 8 ore (7h e 40m).
    Sono davvero contento e penso che terrò questa configurazione il più a lungo possibile.
    grazie per tutti i consigli utili.
    Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *